Malware, l’Italia è terza in Europa

Un altro primato italiano, in particolare di Roma, del quale il Belpaese e noi tutti avremmo fatto volentieri a meno. Secondo l’Internet Security Threat Report di Symantec, l’Italia è arroccata al terzo posto in fatto di malware. Roma, inoltre, è la quinta città al mondo (la prima in Italia) per numero di computer infetti utilizzati come “zombie”, ossia macchine sulle quali è installato codice malevolo (all’insaputa dei proprietari) controllate in remoto dal cyber crimine per lanciare attacchi informatici verso terze parti. Nella top five italiana, la Capitale è seguita nell’ordine da Milano, Cagliari, Arezzo e Torino.

Dal rapporto di Symantec emerge che l’Italia genera il 3% di tutto lo spam mondiale e il 5% di quello legato alle regioni Emea (Europa, Medio Oriente e Africa). Evidentemente i criminali hanno trovato terreno fertile visto che il 4% degli host che inviano posta elettronica indesiderata su scala mondiale e il 2% dei siti di phishing è localizzato nel nostro Paese.

Il report evidenzia inoltre l’aumento dei rischi legati alle piattaforme mobile (smartphone e tablet), che in un solo anno hanno visto emergere milioni di nuove minacce. Il malware più frequente nel segmento mobile è finalizzato al furto di informazioni, di identità e al superamento delle protezioni per le transazioni on line.

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: