PC Tools Spyware Doctor 2010

PC Tools Spyware Doctor 2010 è un efficace programma ideato per contrastare l’innumerevole gamma di malware che si insedia in modo subdolo sui sistemi all’insaputa degli utenti. Chiamarlo solo antispyware è riduttivo. Il software offre uno sbarramento contro spyware, adware, spyware trojan, keylogger, furto d’identità, hijacker, falsi anti-spyware, software non desiderati, phishing, popup e siti Web dannosi.

L’installazione di PC Tools Spyware Doctor 2010 è rapida, e permette immediatamente di scansionare il computer a caccia di software dannosi potenzialmente già installatisi sul PC. Prima di effettuare questa operazione, però, è necessario scaricare il pacchetto di update contenente gli aggiornamenti del database. La scansione è piuttosto veloce.

PC Tools Spyware Doctor 2010

Oltre a lavorare in modo semi-automatico, PC Tools Spyware Doctor 2010 permette di stabilire delle regole personalizzate con la possibilità di impostare siti e file da monitorare con particolare attenzione. Al termine dela scansione del sistema (IntelliScan) vengono mostrati tutti i file o i programmi identificati come potenziali spyware. Ogni elemento è contrassegnato dal livello di pericolosità e dal tipo di minaccia.

Un report simile viene proposto anche dal modulo IntelliGuard, che controlla costantemente il sistema durante il suo normale funzionamento. PC Tools Spyware Doctor 2010 non include il modulo di ricerca virus che deve essere acquistato separatamente. Il programma offre un alto tasso di riconoscimento delle minacce ed effettua una ricerca intelligente anche del malware non conosciuto. L’interfaccia, intuitiva e ben strutturata, lo rende piuttosto semplice da utilizzare.

Download >

Disponibile per il download Avira AntiVir 10

Avira ha annunciato il rilascio di Avira AntiVir 10, la versione definitiva ufficiale della nuova release del proprio software antivirus. Antivir 10 si presenta al pubblico con diverse interessanti novità come, ad esempio, la funzione ProActiv in grado di controllare l’esecuzione di programmi sul PC e di impedirne il funzionamento nel caso venga rilevata qualche attività sospetta.

Il motore di scansione è stato ottimizzato, ed ora è capace di cancellare i file infetti e soprattutto di bonificare a fondo il registro di sistema e lo stesso file system, eliminando ogni traccia dell’attività dei virus. Anche l’interfaccia è stata rinnovata e resa più chiara, intuitiva e completa.

Avira AntiVir 10, per ora, è disponibile in lingua inglese e in tedesco nelle versioni Personal (gratuita), Premium e Security Suite (a pagamento). La versione italiana è prevista a maggio, assieme ad altre versioni localizzate. Il download del file d’installazione pesa poco più di 40MB.

Ricordiamo che nel caso venga utilizzato già un programma antivirus o software di protezione simile, è necessario rimuoverlo prima di installare Avira AntiVir 10 per evitare che i software possano entrare in conflitto e creare problemi.

Nuova funzione di sicurezza in Gmail

Importante novità introdotta da Google in Gmail. Il servizio effettuerà una segnalazione nel caso di attività sospette finalizzate ad accedere illecitamente all’account. Il meccanismo di sicurezza è basato sugli indirizzi IP degli utenti e sulla loro localizzazione geografica. Un login da un determinato Paese ed uno successivo eseguito da un’altra località significativamente distante, fa scattare l’avviso tramite un warning in rosso, ben posizionato nella parte alta di Gmail.

Nella segnalazione viene evidenziata la località dalla quale è stato effettuato l’ultimo accesso alla casella di posta, con la possibilità di ottenere ottenere maggiori informazioni su tutte le attività registrate, seguendo il link indicato nell’avviso.

Fonte PCSELF

Kaspersky aggiorna la soluzione Kaspersky Small Office Security

Kaspersky Lab annuncia l’aggiornamento della soluzione di sicurezza per le piccole imprese, Kaspersky Small Office Security. KSOS fornisce un’efficace protezione per le workstation e i server con sistema operativo windows.

I direttori delle piccole imprese devono preoccuparsi di proteggere le loro reti aziendali contro i malware, spam, frodi via internet e perdita di dati. Essi necessitano di soluzioni efficaci che siano facili da installare e usare, che possano essere gestite centralmente. Kaspersky ha aggiornato KSOS un software che già include tutte queste caratteristiche.

La versione aggiornata di Kaspersky Small Office Security include un nuovo motore antivirus con una funzione di monitoraggio potenziato, usa risorse di sistema minime ed è facilmente aggiornabile, possiede inoltre un analizzatore euristico progettato per bloccare i nuovi malware.

Il KSOS può controllare i codici maligni e i link a siti web di phishing nascosti nelle comunicazioni spedite via IM (come ICQ e MSN).

Kaspersky Small Office Security è disponibile in una versione che include tutti i componenti necessari per un’installazione veloce. La personalizzazione è mantenuta al minimo livello dato che le impostazioni di default sono già ottimizzate per le piccole imprese.

La versione aggiornata di Kaspersky Small Office Security è semplice da usare e non richiede conoscenze avanzate d’informatica, ciò significa che non è necessario l’ausilio di un tecnico per installarlo e gestirlo. La nuova interfaccia semplificata permette di rendere operativo KSOS in pochi minuti.

La versione aggiornata di Kaspersky Small Office Security è compatibile con Microsoft Windows 7 e Windows Server 2008 R2.

“Kaspersky Small Office Security è stato sviluppato per garantire che i dati delle piccole imprese siano sempra protetti” ha affermato Aldo del Bò, Sales Director di Kaspersky Lab Italia.

“Questa soluzione fornisce una protezione efficace contro le minacce informatiche, una risorsa estremamente funzionale che permetterà ai dipendenti di svolgere le proprie attività senza preoccupazioni”.

Aggiornamento straordinario per Internet Explorer

Microsoft ha rilasciato un pacchetto di aggiornamenti cumulativo per il suo browser Internet Explorer.

I problemi corretti sono in tutto 10, tra cui, quelli più pericolosi, che potrebbero portare eventuali malintenzionati a prendere il controllo delle macchine infettate da remoto, mettendo di conseguenza in serio pericolo l’integrità e la riservatezza dei dati degli utenti.

La patch MS10-018, rilasciata fuori dal consueto ciclo del Patch day, indicata come di importanza “critica”, non risolve solamente il problema legato alla libreria ipeers.dll ma anche ulteriori nove lacune che riguardano, a vari livelli, tutte le versioni di Internet Explorer (8.0 compresa).

«La necessità di anticipare il rilascio rispetto all’appuntamento ordinario di aprile (previsto per il prossimo martedì 13) è stata dettata dall’opportunità di proteggere quanto prima gli utenti alla luce dell’evoluzione dello scenario di rischio, visto l’incremento di attacchi noti diretti allo sfruttamento di questo problema», ha dichiarato sul proprio blog Feliciano Intini, Responsabile dei programmi di Sicurezza e Privacy di Microsoft Italia.

Attenzione a cercare informazioni sugli Oscar

Un nuova insidia mette in pericolo i navigatori che effettuano ricerche per avere notizie sui vincitori degli Oscar. Utilizzando le tecniche SEO (Search engine optimiziation – ottimizzazione dei motori di ricerca), dei cybercriminali hanno creato pagine Web ricche di contenuti apparentemente relativi agli Oscar ma che in realtà sono stati creati per infettare i PC.

Il risultato della ricerca

A lanciare l’allarme è Sophos, azienda specializzata nella sicurezza e nello sviluppo di soluzioni antivirus. Ricercando informazioni e gossip sul prestigioso evento hollywoodiano utilizzando “Vincitori Oscar” come parola chiave si impatta cone “delle pagine infette che si trovano posizionate nella prima pagina dei risultati della ricerca – spiega Graham Cluley, senior technology consultant di Sophos – e questo induce l’utente a cliccare su tali link. Una volta entrato nella pagina infetta, un falso allarme virus appare sullo schermo, segnalando all’utente che il suo PC è a rischio virus e che è dunque necessario scaricare un software per la pulizia del disco. Per farlo però andranno inseriti nell’apposito campo i dati della carta di credito: si tratta di una tipologia di attacco sempre più diffusa che cavalca l’onda di notizie importanti come questa relativa all’assegnazione degli Oscar”.

I virus sono stati identificati come … (Continua la lettura) >>