G Data: nuovo trojan insidia la sicurezza

I G Data Security Labs mettono in guardia contro una nuova ondata di malware-spam rivolta contro i possessori di carte di credito e gli utenti del servizio di online banking.
Da qualche giorno i cyber criminali stanno inviando milioni di e-mail con false richieste di pagamento. Gli scammer richiedono agli ignari utenti di pagare una supposta cifra dovuta o utilizzare il tool in allegato per declinare il pagamento.

Il file .zip inviato in allegato contiene un file eseguibile “module.exe” che, una volta lanciato, istalla un cavallo di Troia. L’obbiettivo principale del software maligno è quello di spiare i dati delle carte di credito e i dati di log-in per l’online banking. Il Trojan identificato come Trojan.Win32.Sasfis.vbw si connette a diversi server situati in Ucraina o negli Stati Uniti per trasmettere i dati rubati e scaricare ulteriore malware. I nomi delle più grandi aziende americane come Microsoft, Citrix, Delta Airlines, Starbucks, Yahoo, Novell, Black & Decker e Avis sono artatamente utilizzati come mittenti di queste mail.

Ralf Benzmüller, Manager di G Data Security Labs: “Abbiamo classificato questo Trojan scoperto di recente come molto pericoloso. Il tipo di scam utilizzato segue la tipologia degli attacchi più recenti. I cyber criminali si stanno concentrando per carpire nuove informazioni relative a carte di credito e online banking. È quindi opportuno fare attenzione a questo tipo di false richieste e non istallare il file inviato in allegato.

Gli ignari utenti ricevono via mail una richiesta di pagamento da parte di aziende molto conosciute come Microsoft, NBC Universal, Black & Decker, Steinway & Sons, Delta Airways, Avis or Jones Soda Co.

L’e-mail contiene un allegato chiamato “module.exe” compresso in file .zip “module.zip”. Per cancellare la richiesta di pagamento o l’intera operazione viene chiesto di installare questo programma. Il file eseguibile si rivela un cavallo di Troia che si nasconde all’interno del sistema attivando operazioni pericolose in background e scaricando nuovo malware per causare ancora più danni. Una funzionale addizionale di backdoor garantisce inoltre ai criminali la possibilità di accedere direttamente al Pc in modo tale da utilizzarlo per altre azioni criminose.

Le soluzioni software per la sicurezza di G Data hanno già individuato il cavallo di Troia. È consigliato a tutti gli utenti di cancellare immediatamente questo tipo di e-mail e aggiornare le firme virali del proprio antivirus.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...