San Valentino, la festa più amata dal Cybercrimine

Un articolo pubblicato su PCSELF.COM pone in evidenza come la ricorrenza di San Valentino sia entrata da tempo nelle mire dei criminali informatici. Non costituisce di certo una novità, e neppure molto fantasiosa, ma sembra che quest’anno l’approssimarsi della festa degli innamorati abbia innescato una serie di attacchi alla sicurezza piuttosto tenace. Si intensifica il numero di email ingannevoli aventi come tema l’amore o la possibilità di trovare l’anima gemella. Anche i Websense Security Labs, che monitorano in tempo reale l’evoluzione delle minacce del web, hanno già rilevato un sensibile incremento di e-mailspam e Trojan legati a San Valentino.

Questi i tre i maggiori pericoli dai quali proteggersi per San Valentino:

1. Cuori spezzati

Esiste un certo numero di falsi siti dedicati a San Valentino che diffondono un virus chiamato Waledac o altri virus con simili caratteristiche ). Alcuni di questi siti mostrano l’immagine di 12 cuoricini con la domanda “Qual è quello per te?” Basta però un semplice click su qualsiasi punto della pagina contenente l’immagine per avviare il download di un trojan denominato “onlyyou.exe” o “youandme.exe”. Tale trojan si collega a siti remoti per ricevere comandi e inviare informazioni sul sistema compromesso.

2. Sono tuo amico

Gli spammer sfruttano la popolarità dei social network e di siti legittimi quali Twitter, Facebook e Myspace come strumenti per spingere gli utenti a visitare falsi siti, installare virus e diffondere codici maligni su Internet. Anche il Web spam su blog e pagine di commento è in forte crescita. Fate attenzione ai commenti con link postati da sconosciuti sui vostri blog: è molto probabile che non vi aiutino a trovare l’amore come promesso ma vi facciano invece incontrare un cyber criminale che si prende gioco di voi!

Una tecnica particolarmente diffusa in questo momento è la mail spam – resa intrigante dalla presenza di cuoricini e personaggi dei fumetti – che pare provenire da siti di social network. Cliccandoci, il rischio è di scaricare un trojan progettato per rubare le credenziali che usate per le vostre operazioni di banking online.

3. Il denaro non può comprare l’amore

Il denaro non può comprare l’amore, ma può mandarti su un sito maligno. Nel secondo semestre 2008, il 70% dei 100 siti più popolari è risultato essere infestato di contenuti maligni, a conferma del fatto che ormai il numero di siti compromessi ha superato di gran lunga quello di siti creati appositamente per scopi illeciti. Molti di questi siti appartiene alla categoria dell’e-shopping: le persone vanno su Internet per ordinare fiori, cioccolatini e altri regali per la dolce metà e i cyber criminali vanno su questi siti per comprometterli e rubare così dati riservati.

“I criminali sfruttano sempre più le caratteristiche tipiche del Web 2.0 e i contenuti generati dagli utenti per inserire link che rimandano a siti compromessi contenenti a loro volta dei codici maligni. E’ chiaro che quel che ormai serve è una sicurezza in tempo reale, ma fintanto che questo non diventerà la norma, i truffatori continueranno a rubare dati e spezzare cuori”, ha commentato Maurizio Garavello, country manager di Websense Italia.

Fonte

PCSELF.COM

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: